Virus e batteri

i microorganismi dannosi

I virus sono dei microorganismi estremamente piccoli e visibili solo al microscopio elettronico. Costituiti da materiale genetico (DNA o RNA) racchiuso in un involucro di proteine (capside) e, spesso, anche in una membrana più esterna costituita da fosfolipidi (un tipo di grassi) e proteine, detta pericapside.

I virus non sono in grado di riprodursi (replicarsi) autonomamente, ma possono farlo esclusivamente all’interno delle cellule dei tessuti dell’organismo, causandone la distruzione o, per alcuni virus particolari, la trasformazione in cellule tumorali.

La resistenza dei virus nell’ambiente è estremamente bassa, anche se alcuni virus (ad esempio alcuni virus respiratori) possono sopravvivere a lungo.

virus e
batteri

Batteri e virus: diffusione e contrasto

I virus possono infettare le persone per via aerea, alimentare, attraverso rapporti sessuali o attraverso vettori (soprattutto insetti). Possono inoltre causare disturbi (sintomi) locali a carico di diversi apparati (ad esempio dell’apparato respiratorio, digerente o urogenitale) o generali (sistemici) qualora si diffondano in tutto l’organismo.

I batteri sono dei microrganismi unicellulari (formati da una sola cellula). Sono più grandi dei virus e sono visibili utilizzando il microscopio ottico. Inoltre batteri sono in grado di riprodursi (replicarsi) autonomamente nell’ambiente e anche in vari tessuti del corpo umano.
I batteri sono comunemente presenti sulla superficie cutanea (la pelle) e sulle mucose (le superfici che rivestono organi in comunicazione con l’esterno quali la bocca, il canale digerente, l’albero respiratorio superiore e l’apparato urogenitale) senza provocare danni. Anzi, la loro presenza è utile per lo svolgimento di alcune funzioni metaboliche e per le difese immunitarie. Questi sono chiamati commensali e il loro insieme è chiamato microbiota.

Altri tipi di batteri, definiti patogeni, invece, possono essere aggressivi e danneggiare i tessuti e gli organi. Molti batteri possono sopravvivere e moltiplicarsi nell’ambiente, al di fuori del corpo umano, e possono essere trasmessi per via aerea, alimentare o nel corso dei rapporti sessuali. Possono causare infezioni localizzate a un organo o diffondersi nell’organismo e anche nel torrente circolatorio, causando batteriemie e sepsi.

Che cos'è un coronavirus?

I Coronavirus sono una vasta famiglia di virus noti per causare malattie che vanno dal comune raffreddore a malattie più gravi come la Sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la Sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

Sono virus RNA a filamento positivo, con aspetto simile a una corona al microscopio elettronico. La sottofamiglia Orthocoronavirinae della famiglia Coronaviridae è classificata in quattro generi di coronavirus (CoV): Alpha-, Beta-, Delta- e Gamma-coronavirus. Il genere del betacoronavirus è ulteriormente separato in cinque sottogeneri (tra i quali il Sarbecovirus).

I Coronavirus sono stati identificati a metà degli anni ’60. Sono noti per infettare l’uomo e alcuni animali (inclusi uccelli e mammiferi). Le cellule bersaglio primarie sono quelle epiteliali del tratto respiratorio e gastrointestinale.

Ad oggi, sette Coronavirus hanno dimostrato di essere in grado di infettare l’uomo:

  • Coronavirus umani comuni: HCoV-OC43 e HCoV-HKU1 (Betacoronavirus) e HCoV-229E e HCoV-NL63 (Alphacoronavirus). Essi possono causare raffreddori comuni ma anche gravi infezioni del tratto respiratorio inferiore
  • altri Coronavirus umani (Betacoronavirus): SARS-CoV, MERS-CoV e 2019-nCoV (ora denominato SARS-CoV-2).
Cosa è il nuovo coronavirus SARS-CoV-2?

Il nuovo Coronavirus è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell’uomo.

Il virus che causa l’attuale epidemia di coronavirus (precedentemente denominato 2019-nCoV) prende il nome di SARS-CoV-2 (Severe Acute Respiratory Syndrome – Coronavirus – 2).

Lo ha comunicato l’International Committee on Taxonomy of Viruses (ICTV) che si occupa della designazione e della denominazione dei virus (ovvero specie, genere, famiglia, ecc.).

A indicare il nome un gruppo di esperti incaricati di studiare il nuovo ceppo di coronavirus. Secondo questo pool di scienziati il nuovo coronavirus è fratello di quello che ha provocato la SARS (SARS-CoVs), da qui il nome scelto di SARS-CoV-2.

Se pensi che la tua salute sia a rischio
e vuoi migliorare le condizioni dell'ambiente che ti circonda

Importanza della prevenzione

La prevenzione è una degli atteggiamenti più sensati e utili nella medicina e anche nel caso dei virus e batteri è certamente una soluzione appropriata e consigliata.

La prevenzione non ha niente a che vedere con la paura, la fobia o l’allarmismo è semplicemente un atteggiamento che l’individuo deve tenere con sé stesso per assicurarsi un benessere di vita superiore.

Come prevenzione nel campo dei virus e batteri si possono adottare varie soluzioni molte legate ad abitudini da attuare, altre legate a dei prodotti che troviamo facilmente sul mercato.

Acquistando la nostra guida alla consulenza base troverai tutte le indicazione per una seria e utile prevenzione. Prevenzione che in primis non  prevarichi la tua serenità di vita, mantenendo così il tuo benessere psicofisico che ricordiamo contribuisce in maniera essenziale alla tua salute.

La nostra guida, oltre ad indicare le soluzioni base per una corretta prevenzione dai virus e batteri, ti aiuterà nella prevenzione delle problematiche da onde elettromagnetiche e inquinamento atmosferico indoor. Tutte le indicazioni e consigli ti saranno utili e importanti per regolare il tuo atteggiamenti nei confronti di questi grandi problemi del 21° secolo.